{Those days when You feel like a… polpetta}

07f1d35a-a953-4567-8d14-f22bd86f3214-1.png

Autostima, spesso, e’ una signora arzilla che adora fare grossi salti (ma ha problemi d’equilibrio, sovente inciampa e talvolta casca). La mia Signora Arzilla ha pensato di risolvere i suoi problemi d’autobilanciamento in un modo assai bizzarro: dall’adolescenza in poi ha preso dimora su una roller coaster piena di giri della morte in cui, di tanto in tanto, si ritrova persino sospesa a testa in giu’. Quando sale giunge ad un picco solo per scendere nuovamente in picchiata. E poi su’ di nuovo. E poi un altro giro della morte… e cosi’ di giorno in giorno e di settimana in settimana: su e giu’.

1511334438625

Lei pare essere felice di condurre la sua esistenza in questo modo, altrimenti, penso io… si accontenterebbe di vivere in piano, accettando d’inciampare, talvolta. Ma lei no. Lei vuole strafare ed io, del resto, non posso impedirglielo.

Il punto, pero’, e’ che quanto La Signora e’ in fase discendente, braccia in aria ad urlare “YUUUUUUH“… a me spariscono le gambe e mi trasformo in una goffa polpetta.

c0601efa-08b8-4dc9-a58c-9419f50a5fad

{Bene… ora, di grazia, rendimi indietro le mie Gambe!}

Annunci

77 pensieri su “{Those days when You feel like a… polpetta}

  1. Ci sarebbe da scrivere un trattato sull’autostima, soprattutto se hai in famiglia qualcuno che te la fa perdere.
    Ma non ho voglia di rovinarmi la giornata.
    Meglio pensare alle polpette che adoro in qualsiasi forma di cottura e che mi riescono sempre bene, anche se nessuno ( e qui entra in ballo l’autostima ) me lo dice mai.

    Piace a 1 persona

    • Eeeh sì… anche sotto questo altro post… ti capisco, eccome se ti capisco… io l’ho messa sul ridere (per non piangere)… e le mie polpette non sono nemmeno granchè fortuna che convivo con i trogloditi che mangerebbero chiodini credendoli tartufi. Vedi le fortune, talvolta!

      Piace a 1 persona

  2. Jud,(considerando anche gli altri post che sforni a catinelle) la tua anima è logorroica ma sensibilissima allo stormir delle fronde e anche delle onde del mare. Quando non scrivi chiacchieri o te ne stai solitaria e muta in compagnia delle tue amate parentesi (la graffa, innanzitutto.)? Ah, a proposito delle parentesi, ma loro cosa pensano di te che stai sempre lì a tirarle fuori dai loro sottotaciuti nascondigli e promettendo chissà cosa.Forse, loro, che avranno anche delle rivalità di tipo amoroso, ti odiano e ti amano o forse ti sopportano come si fa con una bambina capricciosa. Forse dovresti dir loro che non ne puoi fare a meno, così capirebbero di più la tua anima irrequieta(o inquieta? (Forse la differenza tra questi due termini,cioè irrequieta e inquieta, nella pesistica dell’anima, sia sia interna sia esterna … )E a proposito dell’anima: credo che essa abbia lo sguardo rivolto sempre all’orizzonte come fanno i gabbiani sulle spiagge deserte o semideserte. Tu sei un gabbino femmina. Questo spiega la tua propensione alla scrittura d’orizzonte.

    Piace a 1 persona

    • Quando non scrivo chiacchiero poco in realtà. O meglio con la giusta compagnia esce fuori il mio spirito logorroico ( ma, in realta, raramente la compagnia è giusta).Certamente di solito sono maggiormente propensa ad ascoltare. Forse le parentesi sono un pò infastidite dall’esser chiamate continuamente in causa. Forse ormai si sono rassegnate e subiscono l’abuso. Forse, come hai detto tu, un pò mi odiano perchè le scomodo continuamente… ma un pò, forse, mi amano anche (quantomento di rimando). Del resto non sono in molti ad amarle quanto me, quindi un pò lusingate suppongo debbano sentirsi. Se io sono un gabbiano tu che animale pensi potresti essere?

      Mi piace

  3. In questo momento sono un gabbiano perché i gabbiani mi fanno ridere quando li vedo zampettare in riva al mare. E poi l’anno scorso ne soccorsi uno … era giovane e impaurito … appena mi avvicinai e lo toccai per capire perché non volasse e rimanesse a riva mi beccava le dita e mi emozionai moltissimo perché mi dava la sensazione di un bambino un adolescente che si era perso … pensai che fosse allo stremo delle forze perché non aveva né mangiato e né bevuto, quindi disidratato. Lo rimisi in acqua, ma niente … così mi allontanai e ogni tanto mi giravo e lo guardavo e finché riuscì a vederlo, non spiccò il volo. Il sole era alto, il cielo azzurro e limpido, l’orizzonte vasto, e, il mio cuore stretto. E rimasi sospeso per il resto della giornata pensando a lui, il gabbiano che era in me.

    Piace a 1 persona

    • Bella la tua storia. Pensavo che gabbiani sembrano tanto maestosi quando sono in mare…Poi appena sono atterra, quando sono in gruppo, se li osservi bene hanno un fare un po’ spocchioso e prepotente. Talvolta mi sento piu’ una lumaca che un gabbiano. Io da piccola salvavo le lumache. Quelle che si ritrovavano sorprese dal caldo e si rintanavo nel guscio per non rimanere cotte al sole. Le staccavo dai muretti e le mettevo in luoghi freschi ed umidi dove potessero rilassarsi. Poi da bambina sovente mia madre, quando andava a lavoro e non c’era scuola, mi affidava alle cure di una signora che viveva in campagna. Andava ghiotta di lumache pertanto capitava che andassimo in giro per il suo orto con una ciotola in mano nel tentativo di raccoglierne… Io appena le vedevo le nascondevo sotto qualche foglia perche’ quella signora non le vedesse. Ne avro’ salvate a centinaia dalla padella ( spero ) 😀

      Mi piace

    • Buon giorno Domenico 😀 La verita’ e’ che dopo un momento d’iniziale timidezza (in quanto non avevo mai avuto a che fare con la realta’ dei Bolg) avevo deciso di optare per una foto un po’ piu’ manifesta perche’ mi piace vedere la facce delle persone con cui mi sto relazionando e mi pareva ingiusto non metterci la mia (anche solo per ricambiare la cortesia). Ho notato che dopo aver cambiato immagine ho avuto piu’ riscontro…ma non il genere di riscontro che cerco (se avessi voluto riscontri tesi verso quella direzione avrei postato foto in bikini invece delle idiozie che pubblico). Pertanto ho preferito fare un passo indietro verso la via “piu’ anonima” per evitare ( o illudermi d’evitare) l’atteggiamento sessista in cui incorre un essere di sesso femminile quando scrive su un social. Il mio blog vuole essere uno spazio leggero e spensierato ma non per questo non sono interessata alla sostanza e vorrei pensare che mi si risponda perche’ in qualche modo si ritiene effettivamente simpatico quel che scrivo, quindi mi sono richiusa, ecco tutto 😀

      Mi piace

      • Mmmh. Se il dubbio amletico è: può la parola più della gnocca?, dovresti anzi mettere tue foto in bikini a bella posta: se sotto ai tuoi post corredati da scatti discinti continueranno a fiorire commenti altolocati e costruttivi, avremo una risposta positiva al nostro quesito. D’altra parte, qualche “abbonaaa” non ha mai ucciso nessuno, nemmeno nell’era della sindrome di Weinstein.

        Piace a 1 persona

      • Credo che la gnocca vada più avanti e più in fretta… però è anche vero che se ti fai avanti a colpi di gnocca ti circondi di una “bassa qualità d’utenza”. Quanto al tuo esperimento è una grandiosa idea! Del resto ci vogliono prova e controprova! 😀 Una foto del culo + aforisma profondo sul senso della vita. Una foto al mare “posa sirenetta” con testo in cui parlo della dignitá della donna. Il selfie con la scollatura non lo posso fare a meno che proprio non metta un super push-up imbottito di carta igienica. Un selfie mentre lecco il cono di un gelato con didascalia”da domani dieta” + tag #foodPorn… mmm….che altro? Vabbè anche postassi a rotazione questi 3-4generi ho l’impressione che riceverei tantissimi commenti costruttivi e super interessanti che certamente non smetterebbero di essere altolocati…

        Mi piace

      • Posso inventre come voglio? Elidere lettere, separare unire.. vero? pomehori (pomeranje horizonta = scrutare l’orizzonte in Bosniaco) con tatekai (tarai i te kaihe = culo distraente in lingua maori)

        Mi piace

      • 😁😁 hai presente quando facevo la naive-chic-bohemian pseudofemminista e parlavo dell’importanza dei “discorsi di sostanza”… ora comprendi cosa intendevo? Orsù mi sa che me la caverei davvero meglio se postassi foto di natiche al vento baciate dai raggi del sole (anche non mie fa sempre audience)

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...