{TaxySun & Io}

[Appunti sparsi & cronache di una (neo)biciclettara]

  • I vantaggi di andare in giro con una bicicletta gialla: tutti ti sorridono
  • Gli svantaggi di andare in giro con una bicicletta gialla: (anche se le hai girate…)tutti continuano a sorriderti.

(Edopounpò basta però eh..)

***

I miei colleghi, in barba al dignitoso nome che ho affibbiato alla mia bicicletta gialla, hanno preso (senza indugio alcuno) a chiamarla BananaBike. (Dovevo aspettarmelo che sarebbe finita così)

***

Ho finalmente accettato, nonostante la sensazione alla “mi sento deficiente”, l’uso del caschetto eleggendolo come mio personale e fedelissimo REGGIFRANGIA (toh che pro che t’ ho trovato!)

[E qui mi tocca fare un piccolo excursus: dovete sapere che io e la mia frangia siamo in una relazione complicata. Io sono nata con la la frangia – e morirò con la frangia (o pelata). La visione della mia fronte è riservata solo a persone di ESTREMA fiducia. Invero gli altri dicono io abbia una fronte normale ma penso che sia solo perchè non gliela ho mostrata bene perchè a me pare che ci si potrebbero parcheggiare gli aerei (infatti, già, quando da piccola mamma, imboccandomi, mi diceva facendo fare le evoluzioni al cucchiaino” arriva l’aereoooo, apri l’hangar” …io non aprivo la bocca: sollevavo la frangia). In una relazione amorosa un partner vede di me la fronte come ultimaultimissima parte del mio corpo (se il mio partner mi dicesse “mandami una foto sconcia” il picco dell’osè, per me, sarebbe un selfie mentre tengo la frangia sollevata). Difatti per me la scoperchiatura della fronte è un gesto sacro che mi costringe ad accantonare il pudore! Nonchè atto d’ estremo affidamento e attestazione di stima -vieppiù che solo in 2 han ricevuto st’onoreficenza!-)].

Insomma il casco mi tiene la frangia ben ancorata in testa, è un rimedio contro il vento che c’è qui a Perth (che qui siamo in una delle città piu ventose al mondo) (e contro la mia folle velcità di cui parlerò nel prossimo capoverso) (e se c’è caldo mi fa sudare in modo che si appicchi per bene e non la si scolla più). MERAVIGLIOSO!

***

Oggi ero là con il mio rapporto basso, in salita (persino le formiche mi sorpassavano) e facevo una fatica atroce. Ansimavo, boccheggiavo, traballavo, (avevo le allucinazioni, sentivo le voci..meditavo di convertirmi al culto del principe Filippo* o di entrare a far parte della chiesa maradoniana**) e pensavo mazza quanto è tosta sta salitaaa… poi, ad un tratto, un signore sugli 80 anche lui in bici, tranquillo, tranquillo mi sorpassa senza mostrare il benchè minimo segno di stanchezza. Mi bypassa, mi umilia, e fugge via. Beh sarà un superuomo, unatantum può accadere che si incrontrino questi Spartan Granny…

Poi niente…poco dopo ero sul rettilineo, convinta di stare andando più veloce della luce. Ero cosi orgogliosa di me. Pensavo Superatemi ora! Provateci!!! MUAAHAHAHA….ed un altro signore (questo avrà avuto 100’anni) mi sfeccia accanto facendomi letteralmente mangiare la propria polvere. Cerco di accelelare per riprenderlo (e recuperare dignità) in preda ad un moto d’orgoglio, metto la Sesta, mi alzo in piedi per far più peso e poter godere dell’ abbrivio, ma mi esce uno sprint che sa di flop e niente, l’abbrivio è molto ab-breve e spero che nessuno mi abbia vista…

Okay non siete voi, sono io.


**Stando ad una leggenda tramandata dalla tribù Yaohnanen (popolo d’un piccolo arcipelago del Pacifico) il figlio di uno spirito intraprese un lungo viaggio via mare per raggiungere una lontana isola ed unirsi in matrimonio con una donna molto potente. Tutto bene… almeno sino a quando non si scoprì che la tribù avrebbe riconosciuto questo personaggio “mistico” in nientepopò ci meno che: nel Principe Filippo, Duca di Edimburgo e marito della regina Elisabetta (protagonista pure di diverse gaffe in giro per il mondo). Proprio da questi presupposti nacque, ormai 50’anni fa la religione che venera Filippo come una divinità. Filippo è al corrente dell’esistenza di questo movimento e porta avanti i contatti con isuoi fedeli (che soni oltre 5000!).

**Questa religione è nata il 30ottobre ’98 (giorno del trentottesimo compleanno di Diego Armando Maradona) quando due giornalisti argentini, per burla iniziarono a festeggiare il giorno della nascita di Maradona come fosse Natale. Il maradonianesimo è visto come un tipo di sincretismo, basato silla passione per il gioco del calcio di cui Maradona è simbolo consacrante. Ciò giustifica il fatto che la divinità in questione non sia immateriale ma, al contrario sia un essere umano tra gli uomini, fatto di ossa e carne. Un semplice mortale che gioca a calcio…ma in maniera divina! Ciò consente la coesistenza con il cristianesimo (religione ufficiale professata dalla maggior parte degli adepti al Maradonianesimo) con cui, questo culto, infatti, (a loro dire) non entra in conflitto. L’inizio dell’era Maradoniana viene fatta coincidere con l’anno 1960, anno della nascita di Maradona, considerato “anno zero”. Il 2018 è quindi considetato il 58 D.D. (Dopo Diego). ATTUALEMTE la chiesa conta 80mila seguaci in più di 60 paesi al mondo con una piccola cappella a Napoli. DIO creò Maradona e vide ch’era cosa giusta…. 

Annunci

56 pensieri su “{TaxySun & Io}

  1. Questo post devo leggermelo per la bicicletta giallastra e per Maradona, mò però aggia scì(senza calzare gli sci), tengo che ffà. Cià Giuditta l’australiana o canadese a più tardi?

    Mi piace

  2. Povera bici 😂

    Aspetto il tuo racconto sulle folli velocità raggiunte 😁

    Per la frangia se mai un giorno dovessimo vederci porterò pettine, forbici e lacca per sistemartela bene 😏 almeno gli aerei possono atterrare senza temere punte lunghe 😎

    Mi piace

  3. 😀 😀 😀 non dirmi che hai bucato di nuovo che non ci credo!
    Dei due culti lo sapevo ora temo che rischia di nascerne un terzo dedicato al taxisunesimo ed alla sua profeta in terra australe! 😛

    Mi piace

    • Ma davvero son proprio lesivi per la dignità…e menomale che noi “giovano” dovremmo essere scattanti ed in forma… mi sa che la mia forma è cubica

      Mi piace

  4. Preghierina…… Beato Maradona …. Protettore di chi tira una strisciona, dei falsi furbi e prepotenti, aiutami che son toppo onesto e mona, in questo mondo di ladroni tu sei il faro e non perdoni, per osannare la tua persona, sesso colesterolo e la Peroni, aiutami a sacrificare sul tuo altare il mio essere normale, che pensava il massimo fosse trombare ed invece scopre ora che é sulla fronte Judith baciare. E dopo queste rivelazioni fenomenali, non mi resta che tifare Argentina , ai prossimi mondiali.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...