{Cronache di Peli e Storie di strumenti di Tortura}

Donne, sorelle, compagne! Oggi parleremo di un tema caro a noi tutte: la depilazione.

(Da voi) sta arrivando la primavera, e ( ma che ve lo dico a fare…) con l’arrivo della calda stagione ogni emittente televisiva iniziera’ a bombardarvi costantemente con due messaggi: advertising per prodotti anticellulite* e prodotti per la depilazione. (Ouch!)

[C’e’ di buono che, almeno, alle 19,30, quando sarete a tavola a mangiare, non faranno piu’ la pubblicita’ del Cacaben per feci “soffici e scorrevoli”, delle micosi plantari o dei farmaci contro le emorroidi ( e questo e’ vero)]

Lasciando perdere la cellulite di cui magari parlero’ in un altro articolo (magari ne parlero’ quando, come tutte le donne, avro’ smesso di piangere le lacrime che ho iniziato a versare dopo l’esplosione ormonale avvenuta ai tempi della prima adolescenza) torniamo al punto in cui, dopo aver visto scorrere sul tv immagini di modelle anoressiche,

dalle gambe da gazzella che elogiano i benefici di epilatori e lamette** ricordate che voi, non avete di certo le gambe di “quelle” ma ( proprio a proposito di “esplosione omonale” di cui sopra) avete un valore aggiunto non indifferente: celati sotto uncotuntable strati di pigiamoni di Pile con le paperelle, avete coltivato per tutto l’inverno una intera foresta amazzonica che verdeggia laggiu’ e realizzate che potreste, da sole, soddisfare l’intero fabbisogno di pelo del mondo ( se solo esistesse un fabbisogno di pelo).

Purtroppo poi, subitanea quanto amara accompagnata a questi pensieri, giunge anche la consapevolezza che la nostra societa’ condanni la “pelitudine”. Cosi’ “QUEL pensiero” inizia a farsi strada nella vostra mente: oh no! Per sentirmi un membro integrato nel mio contesto sociale e adeguarmi agli usi e costumi di questa mia epoca… dovro’ ANCHE ricominciare a depilarmi!

Cosi’, dopo essermi ritrovata troppo spesso anche io vittima di questi funesti pensieri mi sono domandata ma perche’? Ma da dove nasce questa pratica?

[Continua nel prossimo Articolo – {non tutti} i peli vengono per nuocere e – {storia della depilazione}]


*D’improvviso vi ricorderete che, il panettone di Natale che aveva deciso di stabilirsi sui vostri fianchi dopo le feste e’ un ospite indesiderato diventato fisso e che, anche se siete magre ( perche’ come dice la pubblicita’ della SOmatoline ” la cellulite e’ una malattia” -ma, aggiungerei io: mentale- ) siete (siamo) Malate di cellulite. Del resto essa e’ donna colpisce tutte, ma in quel momento realizzate che, sulle vostre cosce la buccia d’arancia ha ceduto il posto ad un intero agrumeto e cosi’ “da domani… dieta Iposodica, Dieta bruciagrassi, dieta sgonfiante, energizzante e depurativa! Dieta dell’acqua del Dottor Nowzardan ( le faccio tutte insieme!), crema snellente giorno&notte, impacchi, massaggi e pasture e… abbonamento in palestra per 6 mesi!”

[Che poi per la palestra finisce che “non capisco mi son iscritta ma non dimagrisco” “ma ci stai andando?” “no…”; e per la dieta che s’inizia sempre da Lunedi’ – ma il prossimo- o che a colazione: la galletta integrale con la marmellata senza zucchero. A pranzo: verdurine stufate, e pesce scondito. A cena: Spaghetti…pollo, insalatina, una tazzina di caffe’ (ma senza zucchero)…e poi una pagnotta integrale…con la maionese…e un pezzo di lasagna e case, libri,auto, viaggi, fogli di giornale e affanculo la dieta!].

** E anche qui ci sarebbe da aprire un discorso: non puoi farmi una pubblicita’ sulla depilazione facendomi vedere una che si depila gia’ da depilata.

Annunci

40 pensieri su “{Cronache di Peli e Storie di strumenti di Tortura}

  1. 1. Luce pulsata forever: un tot di passate e spariscono per sempre (il bello di andare da un medico strafigo e sentirsi dire “Sei stata dall’estetista?” “No, perché?” “Non hai un pelo sulle gambe!”)
    2. La pubblicità di quelle che si depilano già depilate è sorella di quella delle creme antirughe pubblicizzate da signorine massimo venticinquenni e quella della crema per rassodare il seno la cui efficacia è dimostrata da sedicenni con le tette in posizione di sparo.
    3. Il culo della foto sembra quello di un cavallo che sta cagando.
    4. Quella della faccia, oltre che senza trucco bisognerebbe vederla anche senza photoshop.
    5. https://ilblogdibarbara.wordpress.com/2016/08/03/venti-trenta-cinquanta-chili/

    Piace a 1 persona

      • Perché li ho già prenotati tutti io, ragazza. Oltre all’anestesista da urlo (che oltretutto quando è costretto a farmi male poi mi ci dà i bacini sopra per mandare via la bua), c’è il fisiatra, che oltretutto è anche musicista di alto livello e anche un pozzo di scienza (per esempio lo sai perché si dice “santa Lucia – che è il 13 dicembre – è il giorno più corto che ci sia” quando il solstizio d’inverno è il 21? Beh, lui lo sa). E il radiologo. E il neurochirurgo. Per non parlare dell’ortopedico che avevo a Brunico, una roba, ma una roba, il tipo che proprio ti si piegano le ginocchia. Ecco.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...