{C}orvi Pensieri

 

VOL{T}I E TRACCE

Un cortometraggio che racconta una storia. Ma è una storia particolare, perchè prende il volo dal volto di chi la osserva. È una traccia che diventa una storia che, sulla scia di musica ed immagini, ciascuno può inventare.

Forse è la storia della traccia che ciascuno (ognuno a modo proprio) necessita di scorgere.

Tu che storia vedi?

***

Questo breve filmato l’ho realizzato a partire da alcuni video che ho girato un pò casualmente un qualsiasi pomeriggio in una piazza qualsiasi affascinata da questo piccolo ecosistema: gli zompettii dei volatili preda della frenesia alimentare, la dolcezza di un signore che ogni giorno porta loro il pane, la scaltrezza dei corvi, il passo svelto dei passati…che in tutto questo passano e basta.

Un mondo sotto il mondo dove le persone sono in secondo piano. È un micromondo quello della piazza. Un campo di battaglia, con le sue piccole vittorie e sconfitte.

Attori:

-uomo dei piccioni nel ruolo di se stesso

-Corvo1 nel ruolo de “Il solitario vorace”

-Corvo2 nel ruolo di “timido approccio”

-uomo con il soprabito nero nel ruolo di “camminatore svelto che incrocia il Solitario Vorace”

Comparse:

-folla di piccioni e gabbiani

-i miei piedi

-passanti umani

La colonna Sonora (secondo me dolcissima) si intitola “Married Life” del compositore Michael Giacchino, creata per fare da base al film d’animazione “Up”. Buon volo.

Il senso {della farina}

Io penso che ci sia qualcosa di magico nel mettere le mani in pasta, quando assembli tutti gli ingredienti e puoi sentire la consistenza della materia che cambia sotto i polpastrelli. La percepisci mutare, diventare compatta. Si altera e… *puff* improvvisamente prende vita. Il cambiamento è graduale ed impercettibile. È difficile stabilire l’esatto momento in cui l’impasto è cambiato ma d’un tratto realizzi che è così, la metamorfosi è avvenuta. I singoli ingredienti sono diventati parte di un tutto ma al contempo vanno oltre il tutto stesso. Impastare ha qualcosa a che fare con la creazione, è come un miracolo in grado di animare la materia, un prodigio capace di darle un senso. A che servirebbe una manciata di farina di per se stessa? Chi mangerebbe mai sale a cucchiaiate? Chi mai si sfamerebbe di sola acqua? Ma insieme… oh insieme! Mescolali insieme ed avrai qualcosa di {stra}ordinario: la pasta.

Nuvole di farina e quintali di pasta

Pasta tricolore {uovo, barbabietola e spinaci}

Pasta D’unicorno

L'{inutile} affanno della mosca {che si crede} in trappola

sketch1528896115767.pngTalvolta ci comportiamo come mosche.

Intrappolati dietro una finestra con il desiderio di uscire, in preda al panico continuiamo a sbattere la testa contro il vetro e ci affanniamo sprecando un sacco di energie inutilmente… quando bastebbe calmarsi e fare un voletto all’indietro per rendersi conto che la soluzione era solo pochi centimetri più in là.

Coperte {di} rovescio.

4561904e-8316-437f-a199-b6989b577eac1961421790.png

[Immagina: Rovesci temporaleschi fuori dalla finestra della camera da letto e un letto sfatto con coperte messe al rovescio]

Come fulminea esplosione

Il (tempo)rale

(Ci culla)

e così

camminano piano le ore

(Tra le) Coperte

Nuvole

di pioggia

(camminano piano anche

le tue dita)

Ed in un attimo

(Sotto la coperta) {Al rovescio}

S’accende

La tempesta.