{Grey} Blue Boat House, Perth (WA)

Annunci

{Stagnare}

{Mansons Landing Park, Perth (WA)}

SAM_2489SAM_2491SAM_2563

SAM_2487

{26th January 2018}

{Australia Day}

Aussie, aussie, aussie! Ohi-ohi-ohi!

Eh niente volevo solo ricordare che Australia day è definito “invasion day” o “survival day” dagli aborigeni, in riferimento alla decimazione dei loro antenati, alle confische di terre e alla distruzione della loro cultura seguite all’arrivo degli Inglesi (e si può, forse, dar loro torto?)

In questo giorno: i coloni ridono, gli aborigeni (ancora) piangono… ma per fortuna per tutti quanti finchè c’è birra c’è speranza!

{Ohi-ohi-ohi!}

 {Potevo sentire i tuoi occhi su di me…}

Quelle volte in cui la situazione richiederebbe l’intervento di un adulto…

E poi ti ricordi che l’adulto sei TU

#amicièstatobello

Ogni volta che ritiro il bucato è un’emozione… ad esempio: due giorni fa, avevo portato i panni in casa e d’improvviso sono stata attaccata da una falena dall’apertura alare di almeno 10 cm annidatasi sotto il colletto di una camicia. È saltata fuori all’improvviso, le ali facevano proprio “toc, toc, toc”, un fracasso incredibile per un insetto. Ha iniziato a svolazzare qua e là spaventata e imbizzarrita…ed io, già nel panico, ho potuto persino appurare che oltre ad essere la falena più grossa e più brutta che avessi mai visto era pergiunta la più aggressiva. Ho iniziato a correre qua e là urlante mentre lei mi inseguiva per casa (una scena all Benny Hill Show).

Ad un certo punto mi sono persino chiusa fuori sul balcone e le ho urlato “prenditela è tutta tua!” [ed io ero già proiettata verso il trasloco].

Oggi mentre rimettevo i copridivani freschi di bucato per poco non mi ritrovo ad accarezzare questo nuovo piccolo amico.

Avevo di fronte a me due possibilità: acchiappare i gatti e dare fuoco alla casa o farmi coraggio e catturarlo. Ho dovuto optare per la seconda. Mi sono messa la cuffia da doccia (si sa mai mi saltasse nei capelli), i guanti di plastica (per proteggermi da eventuali morsi) e l’accappatoio (non so perchè, forse volevo simulare una corazza o uno scudo protettivo). Poi con un bicchiere ed un supporto rigido per imprigionarlo (una dozzina di urletti da checchina, seguiti da un balzo indietro ogni volta che avevo l’impressione che stesse per muoversi) et voilà.. il pericolo è stato contenuto! Ora.. devo solo trovare il coraggio di trasportarlo fuori e lasciarlo di nuovo libero (o liberA…non so se sia un signore o una signora). Per il momento mi sta fissando… ed io so che in cuor suo medita vendetta (sicuramente non è lieto di dover sottostare alla prigionia)
Riporto di seguito una tabella con alcuni Australian Pets. Bellini vero? Questo esemplare è un comune (per fortuna) ragnetto casalingo. (Si sa mai che se lo adotto poi la prossima volta il bucato lo possa fare lui?)